Wood

Forniamo il supporto nella gestione patrimoniale alle famiglie che hanno avuto successo nelle loro attività, attraverso le generazioni. I nostri servizi sono vari e differenziati, così come sono diverse le famiglie.

La vita delle famiglie in possesso di importanti patrimoni è differente dalle altre. E varia, interessante, più facile. Offre sicurezze ed opportunità introvabili altrove. Una vita di tal genere comporta, però, anche una responsabilità inimmaginabile. La responsabilità per la gestione del patrimonio.

Noi in ROSE non siamo dei geni. Non siamo nemmeno unici nelle nostre conoscenze e non pensiamo certamente che nessun altro possa avere le nostre capacità e competenze. Ogni giorno, però, ci dedichiamo a curare gli interessi delle famiglie benestanti. La nostra esperienza è il nostro valore aggiunto. La tecnica esatta nel fornire le soluzioni è per noi esperienza consolidata. Il lavoro inizia con il raggiungimento di accordi tra le parti interessate. Ed è ciò che consideriamo il nostro vero valore aggiunto.

ORGANIZZAZIONE
FAMIGLIARE

Essere un membro della famiglia comporta una responsabilità ed apre, soprattutto, alle opportunità di accesso alle proprietà ed a privilegi di vario tipo. Regole chiare di appartenenza alla famiglia ed accesso al godimento delle proprietà famigliari comportano equità, sicurezza, rispetto ai desideri dei fondatori dei patrimoni ed impediscono conflitti.

IMPRENDITORIALE
FAMIGLIARE

L’attività imprenditoriale famigliare sfrutta il talento e la dedizione dei fondatori ed anche degli altri membri della famiglia. I buoni rapporti con i comproprietari, l’implementazione di un sistema che supervisioni il lavoro del management ed aiuti lo sviluppo anche senza la necessità e l’obbligo di una presenza e di un controllo esecutivo da parte dei membri della famiglia, fornisce serenità sia alla famiglia stessa che alle persone impegnate nell'attività imprenditoriale.

PATRIMONIO
FAMIGLIARE

Il patrimonio con la corretta gestione e cura crescerà insieme alla famiglia e metterà al sicuro anche le future generazioni. Una gestione trasparente, sistematica e discreta del patrimonio, indipendente dai suoi fondatori, comporta una serenità esistenziale, la continuità, la tranquillità ed il rafforzamento della posizione della famiglia in futuro.

TASSE
FAMIGLIARI

La combinazione della proprietà privata e del patrimonio aziendale comporta strutture patrimoniali particolari. Esse guidano l'accesso all’attività, riducono i rischi e sviluppano al meglio il potenziale della famiglia sia intellettuale che materiale. Contemporaneamente garantiscono la corretta gestione degli obblighi fiscali.

IL
DIRITTO

Il funzionamento della famiglia, la gestione del patrimonio famigliare e l’attività imprenditoriale insieme alle transazioni correlate, presentano un compito considerevolmente complesso. Per la completa funzionalità ed indubitabilità bisogna trovare un supporto ideale in ambito legale ceco o di altri paesi.

Una gestione saggia ed attenta del patrimonio famigliare unitamente ad un aumento del valore assicura uno standard di vita elevato e tutte le generazioni della famiglia, sia attuali delle famiglia che future. Essa supporta lo sviluppo dell'attività imprenditoriale famigliare, contribuisce alla sicurezza dei dipendenti, ai partners, ai fornitori ed anche ai clienti. Fornisce, inoltre, un valido supporto a tutti coloro che lo ritenessero importante.

La parte relativa alla gestione del patrimonio è la protezione dei rischi quotidiani, dai fallimenti dell’attività imprenditoriale, dagli errori dei gestori e dei manager ed anche dagli sbagli dei proprietari o dalle malattie. Una particolare attenzione deve essere dedicata a comportamenti malevoli da parte di collaboratori e da parte dei partners affettivi o da parte di persone estranee.

Un compito fondamentale è il passaggio ben organizzato del patrimonio e l’accettazione da parte di tutti relativamente anche ai ruoli delle generazione future. Un passaggio che diventa interessante ed utile per le generazioni future. Senza alcuno stress, una pressione e sovraccarico temporale inutile.

ATTIVITÀ IMPRENDITORIALE FAMIGLIARE

Il compito della famiglia è gestire e sviluppare attività imprenditoriale famigliare, cercare

nuove occasioni arrivate dal mondo esterno oppure trovate dai membri della famiglia e dalle loro capacità e sfruttarle al massimo.

 

Il profi-management toglie l’operatività noiosa, assicura la continuità dell’attività attraverso le generazioni ed offre tempo per gli hobby e per la famiglia. La famiglia può dedicare il tempo alle questioni strategiche, alla ricerca di nuove occasioni ed al loro sviluppo. L’attività imprenditoriale è così più divertente per le generazioni attuali ed anche per quelle future.

Noi cominciamo a collaborare con i nostri clienti nell’ambito dell'attività imprenditoriale quando si rendono conto che:

L’azienda è troppo dipendente dai fondatori. Senza di loro si creerebbero dei gravi problemi nell’ambito del funzionamento dell’azienda, nell’ambito commerciale ed anche per quanto riguarda le strategie aziendali. Questa dipendenza potrebbe creare la paralisi dell’attività imprenditoriale o insicurezza per la famiglia.
La maggior parte delle decisioni nell'attività imprenditoriale le prende da solo il fondatore. Gli manca un partner indipendente per uno scambio di opinioni o per decisioni direzionali strategiche aziendali. Non vi sono ruoli attuali e futuri per i membri della famiglia.
Nessuno dei figli è capace di sostituire il fondatore alla guida dell’attività. Non esiste, allo stato attuale, un progetto di passaggio generazionale e di crescita dei figli, dell’azienda e del management.
L’attività imprenditoriale è pronta per un salto “qualitativo” nella guida e per lo sviluppo futuro. Vi erano già le intenzioni senza però riuscire a portarle a termine nemmeno una. E’ chiaro che ci vuole un certo input ed impulso da fuori.
L’attività imprenditoriale è un insieme di attività progressivamente collegate l’una all’altra Non esiste una struttura pensata per eliminare rischi da parte delle altre aziende, una struttura che permetta un effettivo risparmio in ambito fiscale e che possa attuare il passaggio generazionale.
L’attività imprenditoriale non è pronta per il passaggio generazionale o al management. Questo limita la possibilità di una vendita al miglior prezzo.
Non vi è fiducia nei confronti del management. Non si riesce a trovare ed è non gestibile. Il fondatore è così condannato ad essere personalmente presente alla guida dell’azienda all’infinito ed i discendenti sono condannati ad un passaggio forzato e non preparato per il futuro.
I figli non sono interessati ad assumere un ruolo attivo in azienda e preferiscono seguire una propria strada indipendente dalla famiglia. Sarebbe però molto utile per tutti trovare un modo per riunire di nuovo la famiglia.
Una buona soluzione sarebbe vendere l’azienda e dividere i soldi in famiglia. I fondatori sono però anche convinti che sia una buona idea versare tutti i soldi in un momento solo.
In azienda non è chiaramente definita la sostituzione del fondatore e del suo successore o altre figure chiave. Quindi se queste persone chiave sparissero all’improvviso…
Il proprietario ha dei soci con i quali non sono chiaramente regolati i diritti di proprietà. Non è assolutamente chiaro cosa possa succedere se dovesse mancare uno dei soci stessi.
Non è chiaro come vendere l’attività se vi sono più discendenti. Non tutti sono portati all’attività imprenditoriale e non tutti vogliono mettersi in gioco e non hanno le capacità. Poi nel contempo si cerca di vendere la proprietà in un modo giusto e la vendita non è una strada percorribile.
I figli vogliono subentrare nell’attività famigliare ma è chiaro che non hanno sufficienti capacità, le conoscenze o le prassi. E’ chiaro anche che ogni persona è diversa. Come mantenere l’equità’.
Se fa il passaggio interamente a tutti i figli inevitabilmente iniziano a crearsi disaccordi e conflitti i quali porteranno alla disintegrazione non solo dell’azienda ma anche della famiglia.
Vuole comprare altre nuove società. Ma non ha la capacità o le conoscenze per individuare società simili. Si rende conto che non è commercialmente efficace per rivolgersi da solo a società simili e che gli servirebbe un partner professionale.
Vuole preparare sistematicamente le sue società per il passaggio al management oppure ai figli.
Vuole vendere la propria azienda o le aziende oppure vuole trovare un partner strategico/investitore.
Qualcuno dei figli ha intrapreso una propria strada perché per vari motivi non trovava il proprio posto nell’attività imprenditoriale di famiglia. Sarebbe perfetto riportarlo ad un tavolo unico. I membri della famiglia da soli non ci riuscirebbero a farlo mai.
I figli sentono che potrebbero rilevare l’attività dei propri genitori. Loro però non ne vogliono nemmeno sentire parlare e comunque non nel modo nel quale hanno in mente i figli.
I genitori sempre parlano che un giorno faranno il passaggio ai figli. Non è chiaro ne come ne quando succederà. I genitori hanno una certa età ma possono esserci ancora per tanto tempo. I figli si pongono la domanda di come affrontare questo tema senza offenderli.

LA FAMIGLIA IMPRENDITORIALE

Il compito della famiglia è la gestione e la crescita del patrimonio famigliare in modo tale da garantire anche le future generazioni.
Ne fa parte anche la protezione del patrimonio ed anche per i membri della famiglia dai rischi esterni all’attività ed anche da parte della famiglia.

Le regole chiare dell’appartenenza famigliare insieme al modo ben definito della gestione delle questioni famigliari , l’approccio alla proprietà famigliare ed ai godimenti di essa, possono prevenire delle incomprensioni, conflitti ed intrighi. La famiglia che non dubita del proprio futuro e del passaggio del proprio patrimonio, vive una vita più tranquilla e più soddisfacente.

Nell’ambito della famiglia  cominciano a collaborare più spesso
quando si rendono conto che:

Le proprietà possono unire le persone ma li possono anche definitivamente dividere se non si sono stabilite regole chiare. Vale di più se si tratta di un grande patrimonio e se nel gioco subentrano le mogli oppure i mariti, gli sposi dei figli o dei nipoti.
E’ tempo di stabilire chiaramente “chi prende cosa” quando oramai i fondatori dei patrimoni non ci saranno più in modo tale che i discendenti non litighino per le proprietà.
La famiglia è dipendente dall’attività nelle quale è concentrata la maggior parte del patrimonio. Se il fondatore non fosse a disposizione, la famiglia non riuscirebbe ad applicare i diritti della proprietà. Rimarrebbe così praticamente senza mezzi.
I genitori hanno paura che i figli portino i propri partner e questi possano mettere in pericolo le proprietà della famiglia se avessero accesso alle stesse.
I membri della famiglia hanno paura che i partner li abbiano scelti perché sono materialmente sicuri. Gli interessa la protezione della proprietà famigliare e l’accesso dei partner fino a quando sarà chiaro che il loro accesso al patrimonio sarà limitato.
I fondatori hanno cercato per tutta la vita di creare il più grande patrimonio possibile perché lo considerano una cosa effettivamente giusta. Oggi si trovano davanti alla decisione di dividere il patrimonio tra i discendenti e così distruggere un pezzo del proprio lavoro passato.
Non tutti i membri della famiglia sono mentalmente o fisicamente capaci di curare la propria parte di eredità. Se gli danno la propria parte è come se i fondatori “buttassero via” il patrimonio. Nonostante ciò non vogliono negare a nessuno la propria parte.
La famiglia ha un patrimonio abbastanza grande per aiutare non solo la successiva generazione ma anche a quelle che arriveranno. Ma bisogna garantire che la prima generazione non sperperi il patrimonio.
Vi è un rischio reale se non vi sono regole chiare ed indubbiamente stabilite per la successione della proprietà, potrebbe avvenire la distruzione o rovina a causa della scarsa unità dei discendenti.
Durante la loro vita i figli hanno avuto più partner. Attualmente funziona tutto relativamente bene ma si può prevedere che dopo la morte del fondatore si può arrivare alla collisione.
Lasciare ai figli molti mezzi senza regole chiare all’utilizzo di essi comporta da una parte lo sperpero dei soldi e dall’altra parte può “rovinare”i figli.
I membri della famiglia non hanno una visione complessiva del patrimonio famigliare. Non hanno l’idea di come è stato creato il patrimonio famigliare, figuriamoci se saranno capaci di gestirlo se non ci fosse il fondatore. Spesso non hanno diritto all’accesso della proprietà.
I figli sono troppo piccoli e se succedesse qualcosa ai genitori diventerebbero ricchi ma il loro patrimonio sarebbe gestito da un estraneo e non sono sicuro che la gestione sarebbe a vantaggio dei figli e dell’attività…
I figli hanno legittime ambizioni ma da altra parte non hanno in questo momento l’esperienza per la gestione della proprietà.
I proprietari attuali desiderano che una parte del patrimonio sia dedicata ad uno scopo ben preciso e del quale i discendenti potrebbero non essere d’accordo e quindi potrebbe essere messo in pericolo, se non lo assicurano in qualche modo.
La famiglia vive in uno stato di insicurezza di che cosa potrebbe succedere se il fondatore non ci fosse più. Cosa accadrà? Chi riceve che cosa? Chi si prende cura di che cosa? Chi si prende cura dei figli minorenni? Saranno messi al sicuro da tutto e da tutti...
La famiglia evita alcune tematiche. Tutti sono consapevoli che non va bene, che bisognerebbe cominciare ma senza un “mediatore” non succede.
18. I coniugi hanno creato il patrimonio. Lo stesso è adesso per i fondatori difficile decidere. Allo stesso tempo sanno che non riescono a convincere il partner dei passi successivi che considerano importanti. Cercano alleati… rinforzi.
19. Il mondo è pieno di pericoli che minacciano la proprietà della famiglia e il loro standard di vita, le cure sanitarie, le vacanze, la possibilità dello studio… è importante non permettere la perdita del patrimonio se è costato tanti sforzi.
La famiglia si trova in un vicolo cieco. Non è che sono vicino al crollo ma nessuno sa dove deve andare. Bisogna fare qualcosa rispetto a ciò.
Vogliono avere una famiglia a posto. Vogliono avere una costituzione famigliare, il consiglio famigliare…

Contatti importanti

ROSE, Ufficio di Praga

SmichOff
Plzenska 3350/18, 150 00 Praga 5, Repubblica Ceca
Tel.: (+420) 607 28 58 58
E-mail: info@rose-group.eu

ROSE Slovensko, Ufficio di Bratislava

Vysoka 2/B, 811 06 Bratislava, Slovacchia
Tel.: (+421) 232 786 211
E-mail: info@rose-group.eu

ROSE, Ufficio di Ostrava

Na Pradle 3389/8a, 702 00 Ostrava, Repubblica Ceca
E-mail: info@rose-group.eu